sabato 21 aprile 2018

La svolta di Kim: "Stop test atomici e missilistici"

"Siamo in una nuova fase della storia. La Corea del Nord non effettuerà più test nucleari e missilistici, non ce n'è più bisogno". L'annuncio del leader del regime di Pyongyang, Kim Jong-un arriva a sorpresa, in vista dei due storici summit con il presidente sudcoreano Moon Jae-in, il prossimo 27 aprile, e con il presidente americano Donald Trump nelle settimane successive.

Kim parla al comitato centrale del Partito dei Lavoratori, e il suo intervento segna una vera e propria svolta. Se tutto andrà come deve andare, nulla sarà più come prima, e finalmente ci sarà un trattato di pace che porrà formalmente fine alla guerra di Corea, sostituendo l'armistizio del 1953. Ma soprattutto cesserà la minaccia che per anni il regime nordcoreano ha costantemente rivolto agli Stati Uniti e ai suoi alleati nel sudest asiatico, Corea del Sud e Giappone in prima linea, agitando lo spettro sia di una guerra convenzionale che di una guerra atomica.

Esulta Donald Trump, che ha twittato subito dopo la breaking news sull'annuncio di Kim: "Una grande notizia per il mondo intero. Grandi progressi! Non vedo l'ora di partecipare al nostro summit", ha scritto il tycoon. Prima ci sarà l'incontro tra Kim e Moon Jae-in, che intanto possono già godere della prima linea diretta della storia installata ai massimi livelli tra Corea del Nord e Corea del Sud, con una telefonata tra i leader dei due Paesi attesa nelle prossime ore o nei prossimi giorni.

.

Si è spenta la stella di Avicii

La famiglia ha chiesto il massimo riserbo e nessuna ulteriore comunicazione verrà diffusa dopo la stringata nota con la quale l'agente di Avicii​ ha annunciato la morte, a soli 28 anni, di una delle più grandi star della musica elettronica contemporanea. Nel suo curriculum due Mtv Music Awards, due candidature ai Grammy e un Billboard Music Award e hit di enorme successo come 'Wake me up'. Al secolo Tim Bergling, il dj e produttore discografico svedese è stato trovato defunto questo pomeriggio a Muscat, la capitale dell'Oman. Nulla si sa, al momento, delle cause del decesso. 

Il fisico del giovane era da tempo minato dall'abuso di alcol, che nel 2014 gli costò prima una pancreatite e poi la rimozione della cistifellea e dell'appendice, nonché - di conseguenza - l'interruzione di un tour mondiale. Ma anche la sua anima era tormentata, come spesso avviene a chi ottiene troppo successo troppo presto (Avicii era presenza fissa nella top 5 di Forbes dei Dj più pagati) - era fragile. Tanti sono i fan che si domandano ancora i veri motivi del suo addio alle scene, almeno per quanto riguarda la dimensione live. 


.


venerdì 20 aprile 2018

Assalto a un caveau, la polizia arresta i componenti di una banda

La Polizia ha arrestato i componenti di un gruppo criminale responsabile di una rapina compiuta nel dicembre 2016 nel caveau dell'istituto di vigilanza Sicurtransport di Catanzaro. La rapina, messa in atto con metodi paramilitari e l'uso di mitra e sofisticate apparecchiature elettroniche, fruttò oltre 8 milioni di euro. L'assalto suscitò particolare allarme in quanto gli esecutori sfondarono con un potente mezzo cingolato i muri corazzati del caveau e bloccarono le strade di accesso incendiando 11 auto poste a sbarramento.

Il colpo fu messo a segno secondo un pianificato studio delle zone dove è situato il caveau e con la complicità di un dipendente dell'Istituto, responsabile proprio della sicurezza del caveau, che fornì le informazioni preventive sull'esatto posto dove spaccare il muro in maniera da consentire ai banditi di agire in tempi contingentati. Importanti per lo sviluppo dell'operazione "Keleos" sono state le dichiarazioni di una collaboratrice di giustizia, legata sentimentalmente ad uno degli organizzatori del colpo, che ha fornito agli investigatori della Polizia riscontri su fatti e circostanze relativi al suo compagno ed al ruolo primario che ha svolto nella vicenda.

Agli arrestati è stata contestata l'aggravante della metodologia mafiosa. Secondo quanto emerso dalle indagini, infatti, una parte dei proventi è stata corrisposta alle famiglie di 'ndrangheta che hanno influenza sulla zona.

.


L'aforisma del 20-04-2018



.

mercoledì 18 aprile 2018

E' morta Barbara Bush, aveva 92 anni

L'ex first lady barbara Bush è morta all'età di 92 anni. L'ex first lady, che negli ultimi tempi era stata più volte ricoverata, si era aggravata negli ultimi giorni a causa di alcune complicazioni polmonari e cardiache. Aveva deciso di rinunciare a tutte le cure e di tornare a casa dove è spirata circondata dalla sua famiglia.

"Barbara Bush è stata una donna eccezionale. Con grinta e grazia, cervello e bellezza ha difeso la sua famiglia gli amici e gli Stati Uniti d'America", ha detto l'ex presidente democratico Bill Clinton che nelle elezioni del 1992 sfrattò il rivale repubblicano George H.W.Bush e la moglie dalla Casa Bianca. 

Clinton e Bush padre erano poi rimasti in buoni rapporti, avevano condiviso cause comuni negli interventi umanitari per Haiti. Bill, saputo della morte di Barbara, si è unito alla moglie Hillary nell'elogiare nell'ex First Lady "quel che significa vivere una vita onesta, vibrante e piena".

.

martedì 17 aprile 2018

Android P avrà funzionalità iPhone

Android si avvicina all'iPhone X, inserendo una barra centrale dei comandi ed il supporto alle 'gesture'. Sul blog degli sviluppatori di Mountain View è apparsa una immagine che confermerebbe le nuove funzionalità, ed è stata subito notata dai siti specializzati in tecnologia. Le novità potrebbero essere lanciate il prossimo 8 maggio, data in cui inizia la conferenza degli sviluppatori di Google, solitamente palcoscenico di tutte le novità.

Il pulsante centrale di Android, in pratica, diventerebbe una linea orizzontale, come l'iPhone X, ma tenendo le funzioni di prima. Scompare del tutto il pulsante delle app recenti, sarà sostituito probabilmente da un movimento dal basso per accedere all'elenco del multitasking. E ci potrebbe essere anche un movimento a partire da sinistra del dispositivo per passare rapidamente alla pagina o all'app precedente, un po' come succede ora con un doppio tap sul pulsante app recenti.

.